Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

SEGRETERIA NAZIONALE
Via Forcellini 170/A
35128 PADOVA
Tel. +39 049 7388176
Fax. +39 049 7388176
cilla@cilla.it

Chi Siamo
L’Associazione Cilla è una Organizzazione di Volontariato, senza scopo di lucro che si occupa dell’accoglienza del malato e della sua famiglia. L’accoglienza vuole essere segno di carità che diviene cultura: espressione di una civiltà basata sull’amore alla persona che diventa gesto concreto di uomini che, incontrando il bisogno di altri, non “assistono”, ma “condividono”, una modalità di intendere l’accoglienza che pur partendo da un bisogno concreto e particolare, diventa sguardo, attenzione alla persona in quanto tale.

Il nostro intervento consiste in una vastissima rete di volontari in gran parte d’Italia che si concretizza nella costituzione di Centri di Accoglienza all’interno delle Aziende Ospedaliere e nella gestione di Case Accoglienza dove offrire ai nostri ospiti una concreta compagnia umana attraverso l’affronto dei bisogni quotidiani più elementari.


ORGANI SOCIALI



Consiglio di Amministrazione eletto dall’Assemblea dei soci
Salvatore Albanese Presidente
Mario Baroni Consigliere
Roberto Boscolo Consigliere
Andrea Cinanni Consigliere
Paolo Gianferrari Consigliere
Riccardo Mammi Consigliere
Luca Petrolo Consigliere

ORGANIZZAZIONE OPERATIVA NAZIONALE



Direttore Generale nominato dal Consiglio di Amministrazione: Claudio Sandrini

Il modello Cilla
Le Case di Accoglienza vogliono essere una vera dimora, ossia un luogo di educazione e di incontro per tutti. Non solo l’offerta di un “servizio”, ma una realtà dove si è aiutati a portare il dolore e magari a riscoprire la propria statura di uomini. Ecco, in fondo, cosa è “Cilla”: un’ attenzione alle persone che va nel dettaglio, come se ogni ospite fosse il più importante, come se fosse uno della propria famiglia. Così si ha l’accortezza che le strutture ricettive siano vicine agli ospedali o, comunque, facilmente raggiungibili con i mezzi pubblici, che le camere siano doppie o al massimo triple con servizi privati in modo da ricreare il più possibile degli ambienti familiari. Ogni casa è dotata di una cucina attrezzata, di un locale per lavare e stirare e spazi comuni di incontro che sono occasione di amicizia tra ospiti e volontari.

I Centri di Accoglienza negli ospedali
sono una delle risposte più adeguate per una prossimità con le persone. Situati all'interno dell'Ospedale nel tempo sono diventati, da un lato, un importante punto di riferimento per le richieste di aiuto da parte dei ricoverati e dei loro familiari, spesso tramite le caposala o i cappellani dell'Ospedale, dall'altro un coordinamento di tutte le offerte di accoglienza e sostegno di vario tipo da parte di privati, istituti religiosi ed enti vari.